12 edizione Videoconcorso Francesco Pasinetti

RASSEGNA STAMPA 2017

Non ci sono ancora articoli per questa edizione 2017

RASSEGNA STAMPA 2016

IL VIDEOCONCORSO "FRANCESCO PASINETTI" ALLA 73^ MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

Videoconcorso Francesco Pasinetti alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia 2016

Patrocinato dalla Municipalità di Venezia, il VideoConcorso “Francesco Pasinetti”, il Festival del cortometraggio e del micrometraggio a Venezia, giunto alla sua tredicesima edizione, con la direzione di Michela Nardin e il coordinamento di Daniela Manzolli, sbarca alla 73^ Mostra del Cinema ospite della Regione Veneto.
Un Festival nato e cresciuto a Venezia che nel tempo si è consolidato sviluppando i temi del dialogo intergenerazionale e interculturale, della convivenza cordiale e del turismo sostenibile, parlando di storia della città attraverso lo sguardo fresco e genuino dei giovani e quello attento e maturo di videomaker esperti.  Un cammino  costellato di incontri e dialoghi frutto di collaborazioni e di numerose partecipazioni.   L’attenzione rimane focalizzata sulle tematiche che da sempre lo caratterizzano e sulla città con la sua bellezza e il suo fardello di problemi. Quest'anno è stata  preziosa la collaborazione con la Confartigianato di Venezia che ha permesso di sviluppare le tematiche legate ai mestieri del cinema.
Venezia si è confermata tra le protagoniste della rassegna nel suo ruolo di crocevia di cultura ed arte, storia e memoria. La ricchezza del festival si trova anche nelle collaborazioni che il premio, presieduto da Anna Ponti, ha intessuto nel tempo con la Coop Adriatica, Hard Rock Café, il Circolo Fotografico La Gondola, il TGS Eurogroup, i Cerchidonda. Un ruolo importante, anche a livello organizzativo, è stato giocato dal Liceo "Guggenheim" e dalla sua preside, Isabella Albano.

Con questo spirito, in occasione della Mostra del Cinema, oltre ai migliori video del festival appena concluso, la Municipalità di Venezia ha pensato di introdurre due video molto interessanti legati al presente e alla storia della città: “Venezia resistente” di Philippe Apatie (prima assoluta), dedicato alla Venezia di oggi, fatta di persone che la vivono, che la abitano, che intendono continuare ad abitarla e a farla vivere, e “El mostro. La coraggiosa storia di Gabriele Bortolozzo” di Lucio Schiavon e Salvatore Restivo,  lavoro giocato in   una dimensione onirica e coinvolgente, ispirato alla vita di Gabriele Bortolozzo, operaio del petrolchimico di Venezia che con determinazione e coraggio ha lottato contro un sistema industriale che ha causato danni ambientali e compromesso vite.

Venezia e i suoi luoghi quindi sono sicuramente tra i protagonisti delle opere e dei momenti pubblici del festival ma  non manca, naturalmente,  la consueta finestra sul mondo, con la sezione “Tema libero” e le proposte di registi di tutta Italia e internazionali.  Con convinzione continua la voglia di interagire con i ragazzi delle scuole grazie al premio “Bruno Rosada” dedicato ai booktrailer, un veicolo di promozione alla lettura efficace e di indubbio impatto.
Sicuramente lo spessore del premio sono le persone che lo rendono così ricco con le idee fresche  e le immagini che catturano il tempo che stiamo vivendo, nei suoi aspetti fantasiosi e creativi e in quelli tragici e dolorosi.  Lo ricordiamo, il Pasinetti è una casa che grazie alle persone che la visitano e la abitano sviluppa continuamente tematiche  nuove, con una chiave originalissima di lettura della vita.

Programma Videoconcorso Francesco Pasinetti
presentato alla Mostra del Cinema di Venezia 2016

PREMIO COSUA 2016

PREMIO COSUA 2016
VII Concorso internazionale di videoarte
Mostra collettiva
Fabbrica del Vedere, Venezia
sabato 23 luglio ore 18.00
dal 23.7 al 6.8 2016 dalle 16.00 alle 19.00
chiuso il martedi

Giunto alla sua settima edizione il Premio Cosua, sezione dedicata alla videoarte del videoconcorso Francesco Pasinetti, ritorna alla Fabbrica del Vedere sede dell’Archivio Carlo Montanaro. Nello spazio espositivo di calle del Forno a Cà d’Oro di Venezia, verrà presentato il video vincitore “010” di Rocco Claudio Giannotti insieme a “In the Cave ( of Technology)", menzione speciale per la tecnica di Alessandro Amaducci e “Corpo Vitreo” per la cifra stilistica di Rocco Mortelliti.
La mostra sarà visitabile dal 23 -7 al 6 - 8 dalle ore 16.00 alle 19.00 - chiuso il martedì.
Vincitore Premio Cosua 2016 “010” di ROCCO CLAUDIO GIANNOTTI 2016, durata 4’ 11’’
La perdita di un’identità certa, si dissolve nella dimensione del sogno che ciascuno di noi vive come sviluppo indefinito di un tempo dell’esistenza che nel suo svolgersi, va oltre all’esperienza del reale. Di questa sospensione di coscienza, la sequenza ne è lo specchio deformato che in noi permane come dimensione “altra”.
Menzione speciale (per la tecnica) In the Cave ( of Technology) di ALESSANDRO AMADUCCI 2014, durata 5’ 38’’.
Rappresentazione angosciosa di una realtà virtuale che sembra prevalere su emozioni e sentimenti che lascia spazio a nuove formulazioni dell’idea di vissuto, tutte interne a mondi che si riproducono in virtù di una loro autonoma capacità creativa.
Menzione speciale (cifra stilistica) Corpo Vitreo di ROCCO MORTELLITI 2014, durata 4’ 35’’.
L’autore trae ispirazione da un fenomeno fisico, proprio dell’occhio umano, che deforma e altera la percezione della realtà. Da questa esperienza si sviluppa un viaggio all’interno della materia fluida che riflette il nostro sguardo in una sorta di immersione in ciò che siamo: frammenti dispersi in un universo attraversato da imprevedibili presenze. Opera raffinata sia sul piano cromatico che dello svolgimento tematico.

I VIDEO VINCITORI DELLA 13^ EDIZIONE DEL PREMIO PASINETTI

Premio Francesco Pasinetti  a:
Lia
Arianna Del Grosso

Premio Venezia una città assegnato da Confartigianato Venezia a:
Flow
Giorgio Costantini

Premio “Valore della solidarietà” della Vetrina del Volontariato a:
Camper
Alessandro Tamburini

Premio per la miglior fotografia assegnato dal Circolo fotografico “La Gondola” a:
Sottosopra
Giuseppe Brunelli

Premio Regione del Veneto per il miglior Videomaker emergente a:
Menti
Gianluca Bozzini

Menzioni di merito della Presidenza della Municipalità a:
Vita vitae
Silvio Franceschet

Vivaldi e l'angelo d'avorio
Valentina Confuorto

Premio “M.Cosua” per la Video Arte a:
010
Rocco Claudio Giannotti

1° menzione speciale (per la tecnica) a:
In the Cave ( of Technology)
Alessandro Amaducci

2°menzione speciale (per la cifra stilistica)
Corpo Vitreo
Rocco Mortelliti

Premio Sezione Venezia negli occhi e nella mente dei ragazzi a:
Mille passi a Venezia
Classe 2C Liceo Artistico “M. Guggenheim” , coord. dalla Prof.ssa Luisa Querci della Rovere

Menzioni di merito videoconcorso “F.Pasinetti” a:
Fallani Venezia, esperimenti d'arte e artigianato
Pietro Vettore

Quizas
I.C.S. Almeyda di Palermo, coord. dalla Prof.ssa Maria Muratore

In trincea
Classe 5F Bruno Franchetti, coord. Prof. Roberto Vaglio

Amore odio
Arianna Girotto e classe 2A Liceo Artistico “M. Guggenheim”, coord. dalla Prof.ssa Marisa Dolar

Premio Il carnevale in 60 secondi a:
Carnevale: il colore di Venezia
Agnese Molin

Premio Su e zo per i ponti a:
Su e zo per i ponti 2016
Isabella Bedon

Premio Bruno Rosada per i Boktrailer:
Sette volte gatto 
Classe 1B  IC “Lazzaro Spallanzani” (Mestre), coord. dalla Prof.ssa Annalisa Brichese

L'eroe invisibile
Classe 3B  IC “Lazzaro Spallanzani” (Mestre), coord. dalla Prof.ssa Daniela Cirillo

Nel mare ci sono i coccodrilli
Classe 2C IC “Lazzaro Spallanzani” (Mestre), coord. dalla Prof.ssa Elisa Bello

Premio Hard Rock Cafè a:
Assenzio
Stefano Canavese

Menzione di merito Hard Rock Cafè a:
Amore in erosione
Andrea Nevi

Videoconcorso Pasinetti 2016 alla Casa del Cinema


Comunicato stampa: www.femsducinema.it/
22/05/2016

Torna il Videoconcorso Pasinetti, festival dedicato ai cortometraggi e micrometraggi ormai tra i più conosciuti eventi di cinema del territorio Veneziano. Questa edizione 2016 segna il 13 appuntamento con la rassegna, che nel corso degli anni ha aiutato ad apprezzare nuovi giovani talenti nel campo della settima arte. Il festival si svolgerà aVenezia dal 25 al 27 maggio e promette un programma di iniziative ricco e articolato, con una sezione, intitolata “Booktrailer”, dedicata esclusivamente alle scuole della provincia di Venezia.

Il Videoconcorso è dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, Francesco Pasinetti, che fu tra i protagonisti del panorama cinematografico della prima metà del secolo scorso.

Il programma dettagliato dell’evento verrà presentato in una conferenza stampa di presentazione martedì 24 maggio alle 11:30 alla Casa del Cinema di San Stae presso Palazzo Mocenigo, nella quale interverranno tra gli altri Roberto Ellero, critico cinematografico e Direttore di CircuitoCinema e Michela Nardin, direttore del Videoconcorso.

Venerdì 27 maggio, ci sarà poi il convegno aperto al pubblico “I mestieri Artigiani del Cinema” presso l’Aula Magna del Liceo “M.Guggenheim”, con inizio alle 17:00 che racconterà il Concorso Pasinetti, i rapporti tra cinema e artigianato e il cinema del futuro tra tradizione e nuove tecnologie. La giornata terminerà con la premiazione del Videoconcorso alle 19:30.

Pasinetti, il concorso dice no alle grandi navi.

"La perla sotto i solchi dei giganti" di Valeria Degli Agostini si aggiudica il primo premio della 12° edizione del progetto.

Comunicato stampa "IL GAZZETTINO"
04/06/2015

Si è svolta al Liceo Guggenheim, la cerimonia di premiazione dei vincitori della 12esima edizione del VideoConcorso "Francesco Pasinetti", il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso.
Il primo premio del VideoConcorso è stato assegnato dalla giuria a "La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" di Valeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D.
"La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle "grandi navi" in Bacino San Marco, un tema di grande attualità e molto sentito dalla cittadinanza veneziana. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono.
Dal video si percepisce come fuori dall'acqua le navi siano silenziose mentre sott'acqua creano un rumore acuto molto forte. Il corto racconta il passaggio di una grande nave, visto (e soprattutto sentito) non dalla terra ma da sott'acqua, dal punto di vista dei pesci, rappresentati nel corto sotto forma di creature umanoidi per facilitare l'immedesimazione dello spettatore.

IL "PASINETTI"

La Perla e i Giganti vince il video concorso.

Comunicato stampa "NUOVA VENEZIA"
31/05/2015

Cerimonia di premiazione dei vincitori della 12esima edizione del Video concorso "Francesco Pasinetti" al liceo Guggenheim.
Il primo premio del Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano è stato assegnato dalla giuria a "La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" di Valeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D.
"La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle "grandi navi" in Bacino San Marco, un tema di grande attualità e molto sentito dalla cittadinanza veneziana. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono. Dal video si percepisce come fuori dall'acqua le navi siano silenziose mentre sott'acqua creano un rumore acuto molto forte.
Il corto racconta il passaggio di una grande nave, visto ( e soprattutto sentito) non dalla terra ma da un punto sott'acqua, dal punto di vista dei pesci, rappresentati nel corto sotto forma di creature umanoidi per facilitare l'immedesimazione dello spettatore.
La giuria ha ritenuto questo corto meritevole della vittoria "in  quanto affronta un tema fondamentale per la sopravvivenza di Venezia, trasfigurandolo  e rendendolo materiale plastico-espressivo".
Ha giudicato inoltre "apprezzabili l'abilità e l'immediatezza nell'utilizzo della tecnologia unendo proprietà 3D e 2D con risultati di grande impatto sia estetico che contenutistico"

VALERIA DEGLI AGOSTINI VINCE IL CONCORSO PASINETTI

Comunicato stampa "MATTINO PADOVA"
31/05/2014

Si è svolta al Liceo Guggenheim di Venezia la cerimonia di premiazione dei vincitori della 12esima edizione del Video concorso "Francesco Pasinetti", il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano. Il primo premio del Video concorso è stato assegnato dalla giuria a " La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" di Valeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D. "La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle "grandi navi" in Bacino San Marco. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono. Dal video si percepisce come fuori dall'acqua le navi siano silenziose mentre sott'acqua creano un rumore acuto molto forte. La giuria ha ritenuto questo corto meritevole della vittoria " in quanto affronta un tema fondamentale per la sopravvivenza di Venezia".
Valeria Degli Agostini ha ricevuto il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro.

I premiati del videoconcorso Francesco Pasinetti.

Vince La Perla Sotto i Solchi dei Giganti di Valeria Degli Agostini, cartone animato che denuncia il passaggio delle grandi navi in Bacino San Marco.

Articolo presente sul portale Cinematografo.it
29/05/2014

Sono stati assegnati i premi ai vincitori della 12esima edizione del VideoConcorso “Francesco Pasinetti”, il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso.
Il primo premio del VideoConcorso è stato assegnato dalla giuria a La Perla Sotto i Solchi dei Giganti diValeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D.
La Perla Sotto i Solchi dei Giganti è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle “grandi navi” in Bacino San Marco, un tema di grande attualità e molto sentito dalla cittadinanza veneziana. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono. Dal video si percepisce come fuori dall’acqua le navi siano silenziose mentre sott’acqua creano un rumore acuto molto forte. Il corto racconta il passaggio di una grande nave, visto (e soprattutto sentito) non dalla terra ma da sott’acqua, dal punto di vista dei pesci, rappresentati nel corto sotto forma di creature umanoidi per facilitare l’immedesimazione dello spettatore.
La giuria ha ritenuto questo corto meritevole della vittoria “in quanto affronta un tema fondamentale per la sopravvivenza di Venezia, trasfigurandolo e rendendolo materiale plastico-espressivo”. Ha giudicato inoltre “apprezzabili l’abilità e l’immediatezza nell’utilizzo della tecnologia unendo proprietà 3D e 2D con risultati di grande impatto sia estetico che contenutistico. Si tratta di un caso in cui il cinema d’animazione trasforma e rilegge il reale, sintetizzando un importante messaggio”.
Durante la premiazione Valeria Degli Agostini ha ricevuto il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro; i vincitori delle diverse sezioni hanno ricevuto invece un premio di 300 euro o attrezzature informatiche di pari importo. Ai vincitori sarà inoltre riservata una vetrina speciale in occasione della Mostra del Cinema di Venezia.

ALTRI PREMI:
Sono stati proclamati anche i vincitori delle singole sezioni del VideoConcorso.
I vincitori per la sezione Booktrailer sono Depeche Mode di Alice Montagner 4B Liceo Bruno-Franchetti,Cercando Alaska della classe 2BS del Liceo Galilei San Donà di Piave, Pecora nera della classe 1B IC Gramsci Campalto, A Venezia c’è un cammello, della classe 1C IC Spallanzani Mestre, Ero cattivo IC Nievo San Donà di Piave.
Menzione speciale spetta a Venezia criminale di Matteo Busato.
Il premio della Vetrina del Volontariato spetta invece a Solidarietà e volontariato alla Giudecca delle classi 2D e 2H “Palladio-I.C. Dante Alighieri”, coordinate dal prof. Giorgio Mangini.
Per “I luoghi della Resistenza a Venezia” (Premio Iveser), vince Distrazione, degli studenti dell’I.I.S.G. Bruno-R. Franchetti.
Ha vinto il premio per la miglior fotografia Philippe Apatie con Laguna mi(s)tica.
Il premio per la miglior sceneggiatura è stato invece assegnato a Wondering in Venice, della giovane studentessa universitaria Isabella Primicerio, che mostra con questo lavoro la parte di Venezia propositiva e positiva di chi lotta e si organizza autonomamente facendo rete per cercare di porre rimedio alle diverse problematiche che affliggono la città. Con una struttura semplice e delle immagini di supporto chiare e pulite, il video risponde all’appello lanciato dal Videoconcorso Pasinetti per la rappresentazione delle realtà sociali promotrici di un cambiamento.
Una menzione speciale spetta invece a Margherita Catalani con Oltre i muri.
Il premio per il miglior video musicale, assegnato da Hard Rock Cafè, è andato a Marzia Mete conMotherless Child. Una menzione speciale in questa sezione spetta a Riccardo Dall’Acqua, con Fleeting Time-Timelapse.
Primo classificato di “Carnevale in 60’’” è Waiting for the Fireworks: Carnevale all’Arsenale 2015 di Gianmarco Zonta. Una menzione speciale per questa sezione spetta invece a Fresh Label – Arsenale Carnival Experience 2015 di Andrea Frison.

Il premio dell’Istituzione Parco della Laguna è stato consegnato alle classi alle classi 2^AG, 2^CG, 2^DG dell’I.C. L. Luzzatti, con Salviamo le barene, mentre si aggiudica il premio “Maurizio Cosua”, per la sezione VideoArte, Androgynous di Francesca Leoni e Davide Mastrangelo.
Menzione speciale in questa sezione per la fotografia a Matilde De Feo con Il mio corpo a maggio e per la tecnica a Silvia de Gennaro con Travel Notebooks: Perugia.
Il premio offerto dall’Associazione Cerchidonda è stato conferito a Le arti di Davide di Babbato Federica e Jacopo Fabbri.
Per la sezione “Corto in corsa” hanno vinto Chiara D’Arienzo e Valentina Ponzo con Eau de reve. Menzione speciale a Po-po-po-ponti di Valentina Confuorto.
Infine, il premio per la sezione “Tema libero” è stato conferito a Sicilia di Giulio Boato. Questo premio è stato assegnato per la scelta di reinventare una storia mitologica per portare l’attenzione su una patologia poco conosciuta e per l’uso eccellente di una tecnica che mescola sapientemente suoni e colori.

" I premiati del videoconcorso Francesco Pasinetti".
Vince La Perla Sotto i Solchi dei Giganti di Valeria Degli Agostini, cartone animato che denuncia il passaggio delle grandi navi in Bacino San Marco.

Articolo presente sul portale Virgilio Cinema Tv
29/05/2014

"Sono stati assegnati i premi ai vincitori della 12° edizione del VideoConcorso "Francesco Pasinetti", il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande registra, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso. Il primo premio del VideoConcorso è stato assegnato dalla giuria a La Perla Sotto i Solchi dei Giganti di Valeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D. La Perla Sotto i Solchi dei Giganti è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle "grandi navi" in Bacino San Marco, un tema di grande attualità e molto sentito dalla cittadinanza veneziana. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono. Dal video si percepisce come fuori dall'acqua le navi siano silenziose mentre sott'acqua creano un rumore acuto molto forte. Il corto racconta il passaggio di una grande nave, visto ( e soprattutto sentito) non dalla terra ma da sott'acqua, dal punto di vista dei pesci, rappresentati nel corto sotto forma di umanoidi per facilitare l'immedesimazione dello spettatore. La giuria ha ritenuto questo corto meritevole della vittoria "in quanto affronta un tema fondamentale per la sopravvivenza di Venezia, trasfigurandolo e rendendolo materiale plastico espressivo". Ha giudicato inoltre "apprezzabili abilità e l'immediatezza nell'utilizzo della tecnologia unendo proprietà 3D e 2D con risultati di grande impatto sia estetico che contenutistico. Si tratta di un caso in cui il cinema d'animazione trasforma e rilegge il reale, sintetizzando un importante messaggio. Durante la premiazione Valeria Degli Agostini ha ricevuto il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro; i vincitori delle diverse sezioni hanno ricevuto invece un premio di 300 euro o attrezzature informatiche di pari importo. Ai vincitori sarà inoltre riservata una vetrina speciale in occasione della Mostra del Cinema di Venezia.
Sono stati proclamati anche i vincitori delle singole sezioni del VideoConcorso.
I vincitori per la sezione Booktrailer sono Depeche Mode di Alice Montagner 4B Liceo Bruno-Franchetti, Cercando Alaska della classe 2B5 del Liceo Galilei San Donà di Piave. Pecora nera della classe 1B IC Gramsci Campalto, A Venezia c'è un cammello, della classe 1C IC Spallanzani Mestre, Ero cattivo IC Nievo San Donà di Piave.
Menzione speciale spetta a Venezia criminale di Matteo Busato. Il premio della Vetrina del Volontariato spetta invece a Solidarietà e volontariato alla Giudecca delle classi 2D e 2H "Palladio I.C. Dante Alighieri", coordinate dal prof. Giorgio Mangini. Per " i luoghi della Resistenza a Venezia" (Premio Iveser), vince Distrazione, degli studenti dell'I.I.S.G. Bruno-R.Franchetti. Ha vinto il premio per la miglior fotografia Philippe Apatie con laguna mi(s)tica.
Il premio per la miglior sceneggiatura è stato invece assegnato a Wondering in Venice, della giovane studentessa universitaria Isabella Primicerio, che mostra con questo lavoro la parte di Venezia propositiva e positiva di chi lotta e si organizza autonomamente facendo rete per cercare di porre rimedio alle diverse problematiche che affliggono la città. Con una struttura semplice e delle immagini di supporto chiare e pulite, il video risponde all'appello lanciato dal Videoconcorso Pasinetti per la rappresentazione delle realtà sociali promotrici di un cambiamento. Una menzione speciale spetta invece a Margherita Catalani con Oltre i muri.
Il premio per il miglior video musicale, assegnato da Hard Rock Cafè, è andato a Marzia Mete con Motherless Child. Una menzione speciale in questa sezione spetta a Riccardo Dall'Acqua, con Fleeting Time-Timelapse.
Primo classificato di "Carnevale in 60"" è Waiting for the Fireworks: Carnevale all'Arsenale 2015 di Gianmarco Zonta. Una menzione speciale per questa sezione spetta invece a Fresh Label - Arsenale Carnival Experience 2015 di Andrea Frison.
Premio dell'Istruzione Parco della Laguna è stato consegnato alle classi 2° AG, 2°CG, 2°DG dell' I.C. L. Luzzatti, con Salviamo le barene, mentre si aggiudica il premio "Maurizio Cosua", per la sezione VideoArte, Androgynous di Francesco Leoni e Davide Mastrangelo. Menzione speciale in questa sezione per la fotografia a Matilde De Feo con Il mio corpo a maggio e per la tecnica a Silvia de Gennaro con Travel Notebooks: Perugia.
Premio offerto dall'Associazione Cerchidonda è stato conferito a Le arti di Davide di Babbato Federica e Jacopo Fabbri.
Per la sezione "Corto in corsa" hanno vinto Chiara D'Arienzo e Valentina Ponzo con Eau de reve.
Menzione speciale a Po-po-po-ponti di Valentina Confuorto.
Infine il premio per la sezione "Tema libero" è stato conferito a Sicilia di Giulio Boato. Questo premio è stato assegnato per la scelta di reinventare una storia mitologica per portare l'attenzione su una patologia poco conosciuta e per l'uso eccellente di una tecnica che mescola sapientemente suoni e colori.

Venetian way. Cinema a Venezia, tempo di Pasinetti

Articolo presente sul portale www.venezianews.it/
25/05/2014

Si svolge dal 26 al 28 maggio la 12esima edizione delVideoconcorso Francesco Pasinetti, il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso. La nuova edizione del Festival, organizzata dall’Associazione Amici del Pasinetti in collaborazione con Circuito Cinema introduce numerose novità rispetto alle edizioni precedenti come la scelta di aver indirizzato i partecipanti in gara su un’unica tematica:“Venezia: luci ed ombre di oggi e di ieri”.
Si tratta di un progetto attento ai luoghi della città che si propone di offrire un’immagine della vita veneziana di tutti i giorni, al di fuori dei classici itinerari turistici. La nuova edizione conferma la crescita e l’evoluzione del Videoconcorso nell’arco del tempo. Complessivamente, tra cortometraggimicrometraggi e video musicali, sono state selezionate 70 opere che verranno presentate nelle giornate di proiezione.
Si inizia martedì 26 maggio alle ore 16: il programma prevede “La notte lunga del corto”, a cura dei Cerchidonda, una maratona notturna dedicata ai cortometraggi che si svolgerà presso il Teatro ai Frari fino alla mezzanotte. I lavori selezionati sono in gara nelle sezioni “Booktrailer” (premio offerto dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia) e “Corti in corsa” (premio in collaborazione col TGS Eurogroup). La presentazione delle opere in gara prosegue il giorno successivo, presso la Casa del Cinema a San Stae. Durante la stessa giornata spazio anche ad un corto fuori concorso, “Un mestiere tra le calli: gli arrotini” di Carlos Ruzzene. 
Giovedì 28 alle ore 10.30 nell’Aula Magna del liceo “Guggenheim”, Irene Sollazzo presenta la sua opera (fuori concorso),  “L’oro della laguna” (teaser), durante la stessa giornata si svolgerà la cerimonia di premiazione.
«Il Pasinetti quest’anno è più che mai ricco di novità e gode di una partecipazione sempre maggiore – sottolinea Anna Ponti, Presidente dell’Associazione “Amici del Pasinetti” – Venezia e i suoi luoghi sono naturalmente tra i protagonisti delle opere e dei momenti pubblici del festival, ma sempre aperta è la finestra sul mondo. Il Pasinetti è una casa che ospita idee fresche e immagini che catturano il tempo che stiamo vivendo, nei suoi aspetti fantasiosi e creativi e in quelli tragici e dolorosi».

di Redazioneweb2   

Dal 26 al 28 maggio la 12esima edizione del VideoConcorso "Francesco Pasinetti"

Articolo presente sul portale www.cinemaitaliano.info
24/05/2014

Si svolgerà dal 26 al 28 maggio la 12esima edizione del VideoConcorso “Francesco Pasinetti”, il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso.

La nuova edizione del Festival, organizzata dall’Associazione “Amici del Pasinetti” in collaborazione con Circuito Cinema introduce numerose novità rispetto alle edizioni precedenti. Prima tra tutte, la scelta di aver indirizzato i partecipanti in gara su un’unica tematica: “Venezia: luci ed ombre di oggi e di ieri”. Si tratta di un progetto attento ai luoghi della città, alla tradizione, alla salvaguardia della città lagunare, che si propone di offrire un’immagine della vita veneziana di tutti i giorni, al di fuori dei classici itinerari turistici. Venezia, dunque, è il tema centrale del premio ed è la protagonista del Videoconcorso nel suo ruolo di crocevia di cultura ed arte, storia e memoria. La nuova edizione conferma la crescita e l’evoluzione del Videoconcorso nell’arco del tempo. Complessivamente, tra cortometraggi, micrometraggi e video musicali, sono state selezionate 70 opere che verranno presentate nelle giornate di proiezione.

La rassegna prevede un programma ricco di proposte e iniziative, che culmineranno con la cerimonia di premiazione di giovedì 28 maggio.

Si inizia martedì 26 maggio alle ore 16.00: il programma prevede “La notte lunga del corto”, a cura dei Cerchidonda, una maratona notturna dedicata ai cortometraggi che si svolgerà presso il Teatro ai Frari dalle 16.00 alle 24.00. I lavori selezionati sono in gara nelle sezioni “Booktrailer” (premio offerto dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia) e “Corti in corsa” (premio in collaborazione col TGS Eurogroup). La prima sezione è una delle novità di quest’anno ed è dedicata alla creazione di un video spot di un libro, italiano o straniero, sulla città di Venezia, o a un volume scelto autonomamente dalle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Venezia. I video di “Corti in corsa” (premio Su e Zo per i Ponti) documentano invece con freschezza una Venezia particolare, quella vista dai partecipanti alla maratona “Su e zo per i Ponti”. Saranno inoltre proiettati video musicali in collaborazione con l’Hard Rock Cafè e video sul tema “Salviamo le barene” in collaborazione con l’Istituzione Parco della Laguna. Dalle 19.00, poi, è prevista una selezione di opere dedicate alla video arte, (premio “Maurizio Cosua”). Dalle 20.00 si parte con la proiezioni dei lavori in concorso.

La presentazione delle opere in gara prosegue il giorno successivo, mercoledì 27 maggio alle ore 17.00 presso la Casa del Cinema a San Stae. Durante la stessa giornata sarà presentato anche un corto fuori concorso, “Un mestiere tra le calli: gli arrotini” di Carlos Ruzzene.

Giovedì 28 maggio alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del liceo “Guggenheim”, Irene Sollazzo presenterà la sua opera (fuori concorso), “L’Oro della Laguna” (teaser).

Durante la stessa giornata si svolgerà la cerimonia di premiazione del Videoconcorso Pasinetti.

Al primo classificato saranno consegnati il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro; i vincitori delle diverse sezioni riceveranno invece un premio di 300 euro o attrezzature informatiche di pari importo. Ai vincitori verrà anche riservata una vetrina speciale in occasione della Mostra del Cinema di Venezia.

"Il Pasinetti quest’anno è più che mai ricco di novità e gode di una partecipazione sempre maggiore" – sottolineaAnna Ponti, Presidente dell’Associazione “Amici del Pasinetti” – “Venezia e i suoi luoghi sono naturalmente tra i protagonisti delle opere e dei momenti pubblici del festival, ma sempre aperta è la finestra sul mondo. Il Pasinetti è una casa che ospita idee fresche e immagini che catturano il tempo che stiamo vivendo, nei suoi aspetti fantasiosi e creativi e in quelli tragici e dolorosi”.

La giuria del VideoConcorso è composta da esperti del settore e da rappresentanti degli enti proponenti.

Dal 26 al 28 maggio la 12esima edizione del VideoConcorso "Francesco Pasinetti"

Articolo presente sul portale http://247.libero.it/
23/05/2014

Spettacoli e Cultura - Una scena di "L'Oro della Laguna" di Irene Sollazzo Si svolgerà dal 26 al 28 maggio la 12esima edizione del VideoConcorso "Francesco Pasinetti" , il Festival del cortometraggio e del micrometraggio ...

La Venezia autentica del VideoConcorso Pasinetti

Corti e micrometraggi raccontano la Venezia vera, attiva e vissuta. Su il sipario sulla 12° edizione del VideoConcorso Francesco Pasinetti (26-28 maggio).

Articolo presente sul portale Cineluk
23/05/2014

La vita veneziana di tutti i giorni ripresa tra/nei suoi luoghi più comuni, le tradizioni e la sua cruciale salvaguardia. “Venezia: luci ed ombre di oggi e di ieri”. È questo il tema della 12°edizione del VideoConcorso Francesco Pasinetti (26-28 maggio), il festival del cortometraggio e micrometraggio dedicato alla memoria dell'omonimo grande regista, sceneggiatore e critico veneziano

“Il videoconcorso Pasinetti rappresenta un'ottima occasione per fare cultura in modo diverso” ha sottolineato Erminio Viero, presidente Municipalità di Venezia, “Non sono necessari grandi investimenti ma le buone idee e progetti originali. Troppo spesso il nostro centro storico viene utilizzato come mero contenitore di manifestazioni. Quando invece le cose partono dal basso e vengono fatte con attenzione, i risultati sono di grande valore”:

Organizzata dall’Associazione “Amici del Pasinetti” in collaborazione con Circuito Cinema Venezia Mestre, la nuova edizione del Festival prevede un programma ricco di proposte e iniziative che culmineranno con la cerimonia di premiazione giovedì 28 maggio (h. 10,30) nell’Aula Magna del Liceo Artistico Statale Michelangelo Guggenheim, durante la quale sarà anche presentata l'opera (fuori concorso) L’oro della laguna, della regista-sceneggiatrice Irene Sollazzo.

Nella giornata inaugurale di martedì 26 maggio è di scena “La notte lunga del corto”, a cura dell'associazione Cerchidonda, una maratona notturna (h. 16-24) dedicata ai cortometraggi che si svolgerà presso il Teatro ai Frari. I lavori selezionati sono in gara nelle sezioni Booktrailer(premio offerto dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia) e Corti in corsa (premio in collaborazione col TGS Eurogroup).  

La prima sezione è una delle novità di quest’anno ed è dedicata alla creazione di un video spot di un libro, italiano o straniero, sulla città di Venezia, o a un volume scelto autonomamente dalle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Venezia. “Gli studenti sono stati liberi di proporre un libro attraverso le immagini” ha spiegato Marina Nostran, rappresentante Ufficio Scolastico Provinciale, “Rispetto all’anno scorso sono aumentate le partecipazioni: 17 video da parte delle scuole superiori e 15 dalle scuole medie. È molto importante che ci siano insegnanti che promuovano la lettura, fenomeno questo sempre più in calo”.

“Il mezzo cinematografico-video esprime al meglio il disagio giovanile” ha poi aggiunto in sede di presentazione Marco Paladini, co-fondatore dell'associazione Cerchidonda, “quando si parla dei giovani a Venezia si fa riferimento in particolare agli universitari e molto meno ai liceali. Bisogna lavorare con loro. Vogliamo mostrare che i giovani hanno a cuore la città”.

I video di “Corti in corsa” (premio Su e Zo per i Ponti) invece, documentano con freschezza una Venezia particolare. Quella vista dai partecipanti alla maratona “Su e zo per i Ponti”. Saranno inoltre proiettati video musicali in collaborazione con l’Hard Rock Cafè e video sul tema “Salviamo le barene” in collaborazione con l’Istituzione Parco della Laguna. Dalle 19 in poi, è prevista una selezione di opere dedicate alla video arte, (premio “Maurizio Cosua"). Dalle 20 infine si parte con la proiezioni dei lavori in concorso.

La presentazione delle opere in gara proseguirà il giorno successivo, mercoledì 27 a partire dalle h. 17 presso la Casa del Cinema a San Stae. Sempre nella medesima giornata sarà presentato anche il corto fuori concorso Un mestiere tra le calli: gli arrotini di Carlos Ruzzene. Infine, come già anticipato, giovedì 28 maggio, spazio alla cerimonia di premiazione del Videoconcorso Pasinetti, dove oltre ai premi, per i vincitori verrà anche riservata una vetrina speciale in occasione della 72° edizione della Mostra del Cinema di Venezia (2-12 settembre).

di Luca Ferrari, ferrariluca@hotmail.it 
giornalista/fotoreporter – web writer 

Il futuro di Venezia tra idee e proposte.

CINEMA & DINTORNI Al via il videoconcorso "Pasinetti"

Comunicato stampa "IL GAZZETTINO - VENEZIA"
23/05/2014

VENEZIA - " Venezia: luci e ombre di oggi e di ieri", è questo il tema sul quale si è focalizzato il Videoconcorso "Pasinetti", festival del cortometraggio e del micrometraggio giunto alla 12° edizione con sempre maggior successo.
Quest'anno l'attenzione si è incentrata, in particolare, sui luoghi della città e della laguna, le sue tradizioni, la sua salvaguardia "nel tentativo di far emergere proposte fresche e utili per il futuro di Venezia". L'evento è stato presentato ieri - al liceo "Guggenheim" - da Erminio Viero, Roberto Ellero, Marina Nostran, Alessandra Taverna, Marco Paladini e Susanna Sartori. "Il Videoconcorso è progetto originale, buone le idee, attenzione e serietà nella realizzazione" questo l'apprezzamento di Viero. Per la presidente Anna Ponti il festival è "una casa che ospita idee fresche e immagini che catturano il tempo che stiamo vivendo".
Delle dodici sezioni in cui si suddivide il concorso, quattro sono novità, due "booktrailer": un video spot di un libro su Venezia o di un volume scelto autonomamente dalle scuole secondarie di 1° e 2° grado. Una nuova categoria è dedicata a "Venezia 1943-1945: luoghi e spazi della Resistenza" (Premio Iveser) e "Venezia negli occhi e nella mente dei ragazzi dai 15 ai 25 anni" (Cerchidonda). Rimangono poi le sezioni storiche su: rapporto tra generazioni, la pace, il volontariato, il carnevale, la salvaguardia di Venezia.
Il 1° classificato riceverà il "Trofeo Pasinetti" in vetro di Murano e 500,00 euro; mentre i vincitori delle varie sezioni avranno 300,00 euro o attrezzature informatiche. La manifestazione si svolgerà in tre giornate: il 26 maggio, al Teatro ai Frari, "La notte lunga del corto" (ore 16); selezione VideoArte premio "Cosua" (ore 19); quindi il buffet (19:30) e la selezione "Pasinetti" in concorso (dalle 20 alle 24). Il 27 maggio alla Casa del Cinema (ore 17). Infine il 28 maggio, al Liceo "Guggenheim" (ore 10:30), proiezione di Irene Sollazzo "L'oro della laguna" (fuori concorso); seguirà la cerimonia di premiazione. L'ingresso è libero, ma è consigliata la prenotazione: 340.7200798 o info@festivalpasinetti.it

Maria Teresa Secondi.

NUOVA EDIZIONE DEL VIDEOCONCORSO "FRANCESCO PASINETTI"

Articolo presente sul portale www.fuoriprogramma.net/
22/05/2014

Si svolgerà dal 26 al 28 maggio la 12esima edizione del VideoConcorso “Francesco Pasinetti”, il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso.

La nuova edizione del Festival, organizzata dall’Associazione “Amici del Pasinetti” in collaborazione con Circuito Cinema introduce numerose novità rispetto alle edizioni precedenti. Prima tra tutte, la scelta di aver indirizzato i partecipanti in gara su un’unica tematica: “Venezia: luci ed ombre di oggi e di ieri”. Si tratta di un progetto attento ai luoghi della città, alla tradizione, alla salvaguardia della città lagunare, che si propone di offrire un’immagine della vita veneziana di tutti i giorni, al di fuori dei classici itinerari turistici. Venezia, dunque, è il tema centrale del premio ed è la protagonista del Videoconcorso nel suo ruolo di crocevia di cultura ed arte, storia e memoria. La nuova edizione conferma la crescita e l’evoluzione del Videoconcorso nell’arco del tempo. Complessivamente, tra cortometraggi, micrometraggi e video musicali, sono state selezionate 70 opere che verranno presentate nelle giornate di proiezione.

La rassegna prevede un programma ricco di proposte e iniziative, che culmineranno con la cerimonia di premiazione di giovedì 28 maggio.

Si inizia martedì 26 maggio alle ore 16.00: il programma prevede “La notte lunga del corto”, a cura dei Cerchidonda, una maratona notturna dedicata ai cortometraggi che si svolgerà presso il Teatro ai Frari dalle 16.00 alle 24.00. I lavori selezionati sono in gara nelle sezioni “Booktrailer” (premio offerto dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia) e “Corti in corsa” (premio in collaborazione col TGS Eurogroup). La prima sezione è una delle novità di quest’anno ed è dedicata alla creazione di un video spot di un libro, italiano o straniero, sulla città di Venezia, o a un volume scelto autonomamente dalle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Venezia. I video di “Corti in corsa” (premio Su e Zo per i Ponti) documentano invece con freschezza una Venezia particolare, quella vista dai partecipanti alla maratona “Su e zo per i Ponti”. Saranno inoltre proiettati video musicali in collaborazione con l’Hard Rock Cafè e video sul tema “Salviamo le barene” in collaborazione con l’Istituzione Parco della Laguna. Dalle 19.00, poi, è prevista una selezione di opere dedicate alla video arte, (premio “Maurizio Cosua”). Dalle 20.00 si parte con la proiezioni dei lavori in concorso.

La presentazione delle opere in gara prosegue il giorno successivo, mercoledì 27 maggio alle ore 17.00 presso la Casa del Cinema a San Stae. Durante la stessa giornata sarà presentato anche un corto fuori concorso, “Un mestiere tra le calli: gli arrotini” di Carlos Ruzzene.

Giovedì 28 maggio alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del liceo “Guggenheim”, Irene Sollazzo presenterà la sua opera (fuori concorso),  “L’oro della laguna” (teaser).

Durante la stessa giornata si svolgerà la cerimonia di premiazione del Videoconcorso Pasinetti.

Al primo classificato saranno consegnati il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro; i vincitori delle diverse sezioni riceveranno invece un premio di 300 euro o attrezzature informatiche di pari importo. Ai vincitori verrà anche riservata una vetrina speciale in occasione della Mostra del Cinema di Venezia.

“Il Pasinetti quest’anno è più che mai ricco di novità e gode di una partecipazione sempre maggiore” – sottolinea Anna Ponti, Presidente dell’Associazione “Amici del Pasinetti” – “Venezia e i suoi luoghi sono naturalmente tra i protagonisti delle opere e dei momenti pubblici del festival, ma sempre aperta è la finestra sul mondo. Il Pasinetti è una casa che ospita idee fresche e immagini che catturano il tempo che stiamo vivendo, nei suoi aspetti fantasiosi e creativi e in quelli tragici e dolorosi”.
La giuria del VideoConcorso è composta da esperti del settore e da rappresentanti degli enti proponenti.

Storie di uomini, una giuria di donne

Short film festival. Giuria al femminile e omaggio a Pasolini
Al Ca' Foscari Short Film Festival trenta corti da 12 Paesi e un focus sull'animazione della plastilina.

Comunicato stampa: La Nuova Venezia
13/03/2015

Ragazzi e vecchi, amanti e vedovi, omosessuali ed eterosessuali, mariti, disabili, squattrinati, malavitosi e artisti. L'universo è maschio, nella selezione dei trenta cortometraggi internazionali del Ca' Foscari Short Film Festival. Gli uomini sono dappertutto e si mostrano in diverse fasi della vita, della carriera e dei rapporti con gli altri dal 18 al 21 marzo, all'Auditorium di Santa Margherita. Crescita, sessualità, amore e violenza al maschile sono i temi che ricorrono con più insistenza nei corti scelti da Ca' Foscari per essere analizzati da una giuria tutta al femminile e composta da tre nomi importanti del cinema.
Le giurate sono, infatti, la produttrice inglese Dominique Green, la regista franco-svizzera Isabelle Mayor, e l'attrice romena Anamaria Marinca.
Il programma del Festival, che alla sua quarta edizione si tiene grazie alla collaborazione di oltre duecento studenti volontari di Ca' Foscari, si consulta al sito cafoscarishort.unive.it ed è stato presentato ieri da Roberta Novielli, direttore artistico e organizzatrice del Festival, e da FlavioGregori, prorettore alle attività e rapporti culturali di ateneo. In collegamento via skype è intervenuta Yusaki Fusako, la designer e artista giapponese che ha diffuso nel mondo l'animazione della plastilina (clay-animation), famosa per la collaborazione con programmi per bambini come "L'Albero Azzurro". A lei e al cinema sperimentale di animazione, il Ca' Foscari Short Film Festival dedica un programma speciale, proiettando alcuni dei suoi più celebri capolavori, fra cui gli amati spot pubblicitari realizzati per Fernet Branca e per Chiquita.
Il fulcro del Festival, come ogni anno, è il concorso dei cortometraggi inviati dagli studenti delle migliori scuole di cinema di tutto il mondo. "Riceviamo tante proposte, addirittura di registi professionisti che si fingono studenti pur di partecipare", spiega Roberta Novielli.
Le 30 opere in concorso arrivano da dodici diversi Paesi e, la sera del 21 marzo, il vincitore verrà premiato con un pezzo unico della vetreria artistica Vivarini di Murano. Durante la cerimonia, che si terrà a partire dalle 19:30, verranno premiati anche i corti realizzati per il Veneto High School Competition, dedicato agli studenti della regione, e ci sarà un vincitore per la terza edizione del video-concorso "Short&Sostenibilità".
Per il secondo anno sarà inoltre assegnato il premio "Olga Bruner Levi" in collaborazione con la Fondazione Ugo e Olga Levi, destinato a videoclip musicali: la fondazione conferirà anche il premio per la miglior colonna sonora per un corto del concorso.
Torna lo spazio per lo storico Videoconcorso Pasinetti, che propone una nuova formula focalizzata su un'unica tematica: "Venezia: luci e ombre di oggi e ieri", un progetto rivolto ai giovani registi e incentrato sulla vita veneziana di tutti i giorni.
Anche quest'anno, ampio  spazio e programmi speciali, dal focus di commemorazione per i 40 anni dalla morte di Pasolini, curato da Fabio Francione, al villaggio attraverso il colore nel cinema proposto da Carlo Montanaro. A cura di Davide Giurlando è il workshop "Anymation", dedicato all'animazione internazionale. Con uno speciale sulla scuola di cinema Film an Television Institute of India, infine, verranno presentati cinque film di diploma dagli studenti più noti della scuola.


Silvia Zanardi

Ca' Foscari
Short film festival. Giuria al femminile e omaggio a Pasolini

Comunicato stampa: Corriere del Veneto
13/03/2015

Una giuria tutta femminile e 30 cortometraggi che indagano l'universo maschile. Si presenta così la quinta edizione di Ca' Foscari Short Film Festival, che si terrà a Venezia all'Auditorium Santa Margherita dal 18 al 21 marzo. In gara quest'anno ci sono lavori provenienti da 20 paesi diversi, che saranno valutati da Dominique Green ( produttore inglese, suo ad esempio La Tregua di Francesco Rosi), Isabelle Mayor (regista franco-svizzera) e Anamaria  Marinca (attrice in 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni e in Fury).
Tutto attorno si muoveranno sezioni speciali, retrospettive e focus: Pier Paolo Pasolini a 40 anni dalla morte, le scuole di cinema indiane e le giovani produzioni svizzere, il Cinema Sordo di Roma, gli albori della cinematografia (a cura di Carlo Montanaro), un tuffo nella videoarte, le animazioni in plastilina di Fusako Yusaki (famosa nel 1971 la sua pubblicità per Fernet Branca).
"Un festival che cresce ogni anno e che rimane l'unico organizzato da una università e rivolto a studenti-registi da atenei di tutto il mondo", spiega la curatrice Maria Roberta Novielli. Che sottolinea come sia radicato anche in città, grazie al concorso lanciato nelle scuole superiori e al premio per videoclip musicali "Olga Bruner Levi" sempre rivolto a studenti del triveneto e promosso dalla Fondazione Levi.
Sei invece le opere scelte dallo storico Videoconcorso Pasinetti, quest'anno centrato su "Venezia: luci e ombre di oggi e di ieri".
http://cafoscarishort.unive.it/
Fabio Bozzato


Rassegna stampa 2013-2014

Comunicato stampa "IL GAZZETTINO - VENEZIA"
19/12/2014

RACCONTARE VENEZIA TRA LUCI E OMBRE DI OGGI E DI IERI
Presentato il "VideoConcorso Pasinetti"

VENEZIA - "La scelta di concentrare il premio su Venezia è dovuta alla difficile situazione in cui versa la nostra città e alla volontà di non lasciare nulla di intentato per trovare vie d'uscita alla presente e costante emergenza". Così ha spiegato Andrea Martini - direttore del "VideoConcorso Pasinetti" - nel presentare, alla Casa del Cinema, la 12° edizione del Festival del cortometraggio e del micro metraggio "Venezia: luci e ombre di oggi e di ieri". Vi è l'intento di stimolare i giovani registi perché si impegnino in modo propositivo attraverso " nuovi occhi e nuove tecniche" sulla città di Venezia, nella speranza che giungano progetti orientati alla ricerca delle identità perdute, a ricostruire il senso di comunità che si sta "inesorabilmente sgretolando" come ha sottolineato Anna Ponti, presidente "Amici del Pasinetti". Sono intervenuti Erminio Viero e Roberto Ellero esprimendo il loro apprezzamento. Il Concorso si articola in 12 sezioni, quattro le novità: "Booktrailer" premio offerto dall'Ufficio Scolastico Provinciale: un video spot di un libro italiano o straniero su Venezia; una categoria riguarda "Venezia 1943-45" luoghi e spazi della Resistenza", premio offerto dall'Iveser. "Venezia negli occhi e nella mente dei ragazzi dai 15 ai 25 anni" è una proposta dei Cerhidonda.
Confermate le sezioni "storiche" del Pasinetti, attende al rapporto tra generazioni tra cui "Venezia, una città", "Oltre i muri", "Salviamo le barene", "Valore della solidarietà". Una competizione è legata al Carnevale di Venezia (Premio Ve.La); video musicali, video a tema artistico e a tema libero. La giuria sarà presieduta da Carlo Montanaro, critico cinematografico. Tra le collaborazioni: Liceo artistico "Guggenheim", Circuito Cinema, la Coop Adriatica. Le opere dovranno pervenire entro l'11 aprile 2015.
I cortometraggi non devono superare i 15 minuti.
Le giornate del Festival e la premiazione, a fine maggio, si svolgeranno in alcune zone di Venezia animandole. I vincitori avranno una vetrina speciale alla Mostra del Cinema di Venezia.

Maria Teresa Secondi

Comunicato stampa "NUOVA VENEZIA"
18/12/2014

LE LUCI E LE OMBRE DI VENEZIA NEI CORTI DI PASINETTI
Presentato il videoconcorso dedicato alla memoria del grande regista. Le opere entro l'11 aprile 2015

Torna il videoconcorso Francesco Pasinetti, il festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso.
La XII edizione del Festival presentato ieri alla Casa del Cinema - propone una nuova formula focalizzata su un'unica tematica: "Venezia: luci ed ombre di oggi e di ieri". Si tratta di un progetto attento ai luoghi della città, alla tradizione, alla salvaguaria della città lagunare, che si propone di offrire un'immagine della vita veneziana di tutti i giorni, al di fuori dei classici itinerari turistici. La giuria, presieduta da Carlo Montanaro, critico cinematografico, sarà composta da esperti del settore e da rappresentanti degli enti proponenti.
In particolare, delle dodici sezioni in cui si suddivide la competizione, quattro vengono introdotte a partire da quest'anno. Novità principale le due sezioni "booktrailer" (Premio offerto dall'Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia): la prima è dedicata alla creazione di un video spot di un libro, italiano o straniero, sulla città di Venezia, la seconda riguarda un volume scelto autonomamente dalle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Venezia. Un'altra categoria introdotta per la prima volta quest'anno è dedicata a un particolare momento storico della città lagunare: "Venezia 1943-1945: luoghi e spazi della Resistenza", il cui premio è offerto dall'Istituto Veneziano per la Storia della Resistenza e della società contemporanea.
"Venezia negli occhi e nella mente dei ragazzi dai 15 ai 25 anni" è invece proposta dall'Associazione Cerchidonda.
Sono confermate le sezioni "storiche" del Pasinetti, tra cui quella a soggetto o documentario "Venezia, una città" e "Oltre i muri", premio offerto dal Centro Pace del Comune di Venezia e dall'Associazione SOS diritti. "Salviamo le barene", il cui premio è offerto dall'Istituzione Parco della laguna, è un'altra sezione del Videoconcorso pensata come iniziativa per la sensibilizzare sulla tutela dell'equilibrio dell'ecosistema lagunare. Viene riproposta "Valore della solidarietà", introdotta per la prima volta nella scorsa edizione, in collaborazione con la Vetrina del Volontariato. Di particolare rilevanza anche le sezioni dedicate a generi specifici quali video-micrometraggio (con una competizione legata al Carnevale di Venezia e premio offerto da Ve.La), video musicale in collaborazione con l'Hard Rock Caffè video a tematica artistica, con un premio speciale dell'Associazione Civico5. Tra le altre diverse collaborazioni, un ruolo importante è stato svolto dalla Coop Adriatica. Il Festival è aperto a tutti, fatta eccezione per le sezioni booktrailer, riservate alle scuole della provincia di Venezia. Possono partecipare cortometraggi di durata non superiore ai 15 minuti. Le opere dovranno pervenire entro e non oltre l' 11 aprile 2015.


Comunicato stampa "IL GAZZETTINO - VENEZIA"
23/08/2014

CORTOMETRAGGI SULLA CITTA'
Mostra del Cinema: Il concorso Pasinetti continua a crescere

VENEZIA- La partecipazione del VideoConcorso "Francesco Pasinetti" alla 71 esima edizione della Mostra del Cinema è "la conferma della lunga strada che questo Festival ha percorso. Il Pasinetti è costantemente cresciuto di edizione in edizione in numeri e qualità. I partecipanti appartengono a tutte le nazionalità, a riprova che il Premio ha messo radici profonde e ha raggiunto una notevole diffusione nell'ambito del circuito dei festival" dice Giovanni Andrea Martini, direttore del VideoConcorso "Francesco Pasinetti", Festival del cortometraggio e del micrometraggio a Venezia.
Martini ha anche annunciato una novità per la dodicesima edizione in programma per il 2015: il video concorso proporrà un unico tema su Venezia con il suo incanto e i suoi problemi intorno al quale saranno chiamati a cimentarsi registi di tutte "le latitudini".
Il Pasinetti si avvale di varie collaborazioni tra cui Circuito Cinema, Liceo Artistico Guggenheim, Coop Adriatica, Istituzione Veneziana, Metri Cubi, TGS Spazio Euro Group.
Questi gli appuntamenti: 2 settembre ore 17:00, al cinema Astra Lido, nell'ambito del Venice Film Meeting, rassegna promossa da Circuito Cinema Comunale e dalla Venice Film Commission, per far conoscere la "Venezia che produce cinema" durante la Mostra del Cinema, verranno presentate le opere premiate al VideoConcorso Francesco Pasinetti, tra cui "Black Ness" del vincitore del Festival, Mohammed Bakri.
Il 5 settembre, ore 19, allo Spazio Regione Veneto, Hotel Excelsior: incontri con gli autori, e "video assaggi" dell'undicesima edizione del festival che ha visto cortometraggi provenienti dall'Italia e da varie parti del mondo che hanno trattato temi attualissimi quali i rapporti tra generazioni, le problematiche dell'adolescenza, la convivenza, la multiculturalità, la precarietà del lavoro.

Maria Teresa Secondi

Comunicato stampa "IL GAZZETTINO - VENEZIA"

PRESENTATA L'11 EDIZIONE DEL VIDEOCONCORSO
Pasinetti, come diffondere una cultura della solidarietà

Tante le novità del Videoconcorso "Francesco Pasinetti" Festival del cortometraggio e del micro metraggio, presentate ieri alla Casa del Cinema. Il Festival, giunto all'11 edizione, è aperto a tutti: si possono presentare cortometraggi di durata non superiore ai 15 minuti entro il 12 aprile. Il Concorso si articola in nove sezioni, due iniziano quest'anno: "Valore della solidarietà", in collaborazione con la Vetrina del volontariato, che ha come obiettivo la diffusione di una cultura di valori sociali e culturali e "Uomo non si nasce, si diventa" in collaborazione col Centro Donna di Venezia, che vuole essere una riflessione sul drammatico problema della violenza sulle donne. Continuano anche le sezioni "storiche", tra le quali: "I giovani raccontano gli anziani" sul rapporto tra generazioni; "Venezia, una città" e "La laguna: idee per un parco", premio offerto dall'Istituzione Parco Laguna; "Oltre i muri reali e psicologici", premio offerto da Restiamo Umani. Infine le proposte "a tema libero"; le sezioni dedicate ai video-micro metraggi, (per il tema sul Carnevale, premio offerto da Ve.La); video musicali con Hard Rock Cafè di Venezia e video a tematica artistica. Il Videoconcorso rivendica la sua "inattualità": un festival originale che non aspira a esagerata visibilità ne a facili successi, ma vuole esplorare la realtà che ci circonda, così Anna Ponti, presidente dell'Associazione "Amici del Pasinetti" che ha presentato due nuovi cortometraggi, legati alla Giudecca in cui le donne sono protagoniste : "Casa Famiglia Pio X" e "Un po’ di donne: la Remiera Giudecca" per la regia di Aras Kefayati. La prima accoglie mamme con bimbi, in difficoltà; la seconda narra l'impresa di una vetrina di donne che hanno risalito il Po di Venezia fino al Parco Naturale del Delta, portando a conoscenza uno spot simbolo di identità e di appartenenza. "Venezia è un tema centrale del premio e rivela il senso di fondo di tutte le sezioni: il diritto di vivere in realtà accoglienti, in cui il dialogo è prezioso strumento di conoscenza, in cui la diversità è ricchezza e la convivenza cordiale è alla base dei rapporti tra persone ha spiegato il direttore, Giovanni Andrea Martini. Proprio per le sue caratteristiche, il successo continua a premiare il Video concorso che l'anno scorso ha avuto ben 350 partecipanti, come ha sottolineato Roberto Ellero, direttore del Circuito Cinema Comunale.

Maria Teresa Secondi

Comunicato stampa "LA NUOVA VENEZIA"

Corto o micro: il video cresce e diventa grande

Il concorso. Presentata a Venezia l’undicesima edizione del festival dedicato al regista Francesco Pasinetti. Ecco come partecipare
VENEZIA. Ritorna il videoconcorso “Francesco Pasinetti”, il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso. L’11esima edizione del Festival, organizzata dall’Associazione Amici del Pasinetti e presentata presso la Casa del Cinema, introduce molte novità rispetto a quelle precedenti e conferma la crescita e l’evoluzione del Videoconcorso nell’arco del tempo, come dimostrano i 350 partecipanti dello scorso anno, molti dei quali provenienti dall’estero. In particolare, delle nove sezioni in cui si suddivide la competizione, due vengono introdotte a partire da quest’anno: “Valore della solidarietà”, in collaborazione con la Vetrina del Volontariato e “Uomo non si nasce, si diventa”, in collaborazione col Centro Donna del Comune di Venezia. Confermate poi le sezioni storiche tra cui “I giovani raccontano gli anziani” dedicata al rapporto tra diverse generazioni, “Venezia, una città” e “La laguna: idee per un parco” premio offerto dall’Istituzione Parco Laguna per valorizzare il legame con il territorio e “Oltre i muri reali e psicologici”, premio offerto da Restiamo Umani. Senza dimenticare, inoltre, le proposte “a tema libero”. Di particolare rilevanza anche le sezioni dedicate a generi specifici quali video-micrometraggiom, video musicale in collaborazione con l’Hard Rock Cafèe, infine, video a tematica artistica. «Il videoconcorso Pasinetti rivendica la sua ‘inattualità’: un festival originale, che non aspira a esagerata visibilità né a facili successi – ha sottolineato Anna Ponti, presidente dell’associazione Amici del Pasinetti - Ciò che invece, in tempi estremamente difficili, continua ad animare l'iniziativa è il senso dello stare assieme, l'importanza della passione, lo sguardo sul mondo». Il lancio della nuova edizione del Festival Pasinetti è stato l’occasione per presentare ufficialmente due nuovi cortometraggi prodotti dall’Associazione “Amici del Pasinetti”, entrambi legati alla Giudecca, una delle zone più caratteristiche di Venezia. Si tratta di “Casa Famiglia Pio X” e “Un Po di donne: la Remiera Giudecca”, video-documentari, curati dal regista Aras Kefayati, che testimoniano due realtà legate al territorio che vedono le donne come principali protagoniste. Le giornate del Festival e le premiazioni animeranno vari luoghi di Venezia nell’ultima settimana di maggio 2014. Al primo classificato assoluto sarà consegnato il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro; i vincitori delle diverse sezioni riceveranno invece un premio di 300 euro o attrezzature informatiche di pari importo. Ai vincitori verrà anche riservata una vetrina speciale in occasione della Mostra del Cinema. Il Festival è aperto a tutti e possono partecipare cortometraggi di durata non superiore ai 15 minuti. Le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 12 aprile 2014.

Comunicato stampa "ADNKRONOS"

Cinema: aperte iscrizioni per l'11° videoconcorso 'Francesco Pasinetti'

Roma, 6 dic. (Adnkronos/Cinematografo.it) - Torna il videoconcorso ''Francesco Pasinetti'', il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso. L'11esima edizione del Festival, organizzata dall'Associazione ''Amici del Pasinetti'', introduce molte novità rispetto a quelle precedenti e conferma la crescita e l'evoluzione del Videoconcorso nell'arco del tempo, come dimostrano i ben 350 partecipanti dello scorso anno, molti dei quali provenienti dall'estero. In particolare, delle nove sezioni in cui si suddivide la competizione, due vengono introdotte a partire da quest'anno: ''Valore della solidarietà'', in collaborazione con la Vetrina del Volontariato e ''Uomo non si nasce, si diventa'', in collaborazione col Centro Donna del Comune di Venezia. Confermate poi le sezioni ''storiche'' tra cui ''I giovani raccontano gli anziani'' dedicata al rapporto tra diverse generazioni, ''Venezia, una città'' e ''La laguna: idee per un parco'' premio offerto dall'Istituzione Parco Laguna per valorizzare il legame con il territorio e ''Oltre i muri reali e psicologici'', premio offerto da Restiamo Umani. Senza dimenticare, inoltre, le proposte ''a tema libero''. Di particolare rilevanza anche le sezioni dedicate a generi specifici quali video-micrometraggio (con una competizione legata al Carnevale di Venezia e premio offerto da Ve.La), video musicale in collaborazione con l'Hard Rock Cafè di Venezia e, infine, video a tematica artistica.